FONDAZIONE ITALIA
 
PRIMA PAGINA  
   

Addio a Folco Quilici, l'ultimo dei grandi documentaristi. Si è spento a Orvieto, all'età di 87 anni. Cordoglio del presidente Mattarella. Il WWF: Un faro che continuerà a illuminare il nostro racconto.


Folco Quilici presenta il film "Fratello mare"


E' morto questa mattina a Orvieto Folco Quilici, uno degli ultimi grandi documentaristi italiani. Aveva 87 anni Viveva in un casale nelle campagne di Ficulle, in provincia di Orvieto. I funerali si terranno a Roma, mercoledì prossimo. Folco Quilici, era figlio del giornalista Nello Quilici e della pittrice Emma Buzzacchi. Esperto in riprese sottomarine, era molto famoso anche al di fuori dei confini nazionali. Il presidente Mattarella ha fatto giungere alla moglie Anna e al figlio Brando, un messaggio di cordoglio:"Scompare una figura di intellettuale moderno che ha saputo dare alle immagini il senso profondo della narrazione del nostro pianeta. La duplice dimensione che ha saputo offrire nelle sue opere, con una asciutta e ricca documentazione di sapore antropologico e con quella legata, invece, alla vita degli animali, ci ha proposto letture dei territori, a partire da quello marino, di una originalità insuperata, aprendoci a mondi e civiltà sino ad allora solo fantasticate dal grande pubblico. Il contributo dato ha rappresentato un passo decisivo nella crescita di una educazione e di una cultura ambientalista".

Scrittore, naturalista e divulgatore, Forbes nel 2006 lo aveva inserito tra le cento firme più influenti del mondo grazie ai suoi film e ai suoi libri sull’ambiente e la cultura. Folco Quilici è ricordato per i suoi tanti film pluripremiati dedicati al rapporto tra l'uomo e il mare. Nel 1971 uno dei suoi documentari della serie L'Italia vista dal cielo"Toscana" gli è valsa una candidatura agli Oscar. Con "Oceano" si era aggiudicato il Davide di Donatello. Folco Quilici ha collaborato con molti giornali, LifeEpocaPanoramaEuropeo e con quotidiani, La Stampa e Il Corriere della Sera.

24 febbraio 2018