FONDAZIONE ITALIA
 
PRIMA PAGINA  
 
 

Pier Luigi Bersani, esponente di Leu,  a Circo Massimo, su Radio Capital, su la possibiltà di un accordo con il M5s dopo il voto:"Parlare con i Cinque Stelle è un dovere, fare un'alleanza di governo è tutto un altro film" e su Renzi: "Renzi sul milione di posti di lavoro inganna le persone". E riguardo alle larghe intese fra Pd e Forza Italia: "Tracce di inciucio ci sono, ma scarsa fattibilità"

 

Precisa Pier Luigi Bersani: "Se Di Maio viene a dirmi: 'vado fuori dall'euro, sull'antifascismo balbetto, sugli immigrati sto un pò con la destra, sul fisco viva la mamma', io gli dico ciao".

Riguardo agli 80 euro di bonus di Renzi, Bersani ha precisato che se andasse al governo non eliminerebbe quel bonus: "Non vado a tirar via quello che c'è stato ma io lo chiudo quel libro lì. Invece di bonus e sgravi dobbiamo fare investimenti: il lavoro lo fai solo con gli investimenti e un lavoro decoroso lo fai solo abbattendo la precarietà se vuoi ridurre le diseguaglianze". Bersani ha inoltre rilanciato la proposta di Leu sul fisco fatta di "progressività fiscale più accentuata e lotta all'evasione". Sostiene inoltre di non essere convinto convinto dal salario minimo come sostenuto dai dem: "Per chi ha un contratto c'è già, bisognerebbe imporlo per tutti i lavori extra contratto. C'è anche il tema della dignità minima: la produttività accresciuta grazie alle innovazioni tecnologiche deve tradursi in una riduzione di orario".

Riguardo al voto utile, al quale si è appellato il segretario del Pd Matteo Renzi, Bersani ha sottolineato che "Chi dice che noi facciamo vincere la destra ha perso il senno. Perchè noi portiamo a votare chi altrimenti non voterebbe".- "È come se Renzi  non sapesse che la gente che voterà noi certamente non voterà lui.". 

Torna poi sul caso Gori: "Il Pd in Lombardia perde da solo non per colpa nostra. Pochi mesi fa il centrosinistra è riuscito a perdere Monza, Sesto San Giovanni e mi fermo lì. Eravamo insieme, ma ha vinto la destra. C'è un pezzo di elettorato di sinistra che non ne vuole più sapere".
E a chi gli chiede se una ipotesi se un inciucio fra Renzi e Berlusconi sia possibile, Bersani risponde: "Possibile si, ma difficile da realizzare in concret" - "Se seguo le tracce non posso avere dubbi su questo, la legge elettorale l'hanno fatta insieme". Il "giaguaro" Berlusconi si è rimesso qualche macchiolina e "nel suo istinto sa che è meglio parlare con Renzi -  che qualche macchiolina gliel'ha rimessa pure lui -  piuttosto che con la Lega e Salvini". E lo stesso Renzi pensa "che facendo fuori la sinistra si può ereditare l'elettorato di Berlusconi ormai in tramonto. Ma i numeri non ci sono - conclude Bersani -  credo che questa ipotesi abbia scarsa fattibilità".

22 gennaio 2018