FONDAZIONE ITALIA
 
                                                        

PRIMA PAGINA 

indice

 
Come Fellini vedeva lo Sceicco Bianco

Il sonetto che

Gigi Proietti

ha dedicato ad Alberto Sordi


 
Io s sicuro che nun sei arivato ancora
da San Pietro in ginocchione
A mezza strada te sarai fermato
A guard sta fiumana de persone
Te renni conto si c'hai combinato?
Questo amore, sincero; commozione;
e rimprovero perch te ne sei annato
Rispetto vero: tutto p Albertone...
Starai dicenno: "ma che state a f?
Ve vedo tutti tristi, ner dolor"
E c'hai raggione!
Tutta la citt sbrilluccica de lacrime e ricordi
E c'ha ragione:
tu nun sei sortanto un granne attore
Tu sei tanto de pi: sei Alberto Sordi