FONDAZIONE ITALIA
 

PRIMA PAGINA

INDICE

 

La casa di Alberto Sordi diventa museo, e sarà donata alla città di Roma e ai romani


La decisione è della sorella di Sordi, Aurelia, che ha preso contatti con il sindaco di Roma, Walter Veltroni per mettere a punto il progetto, per far diventare una casa-museo la bellissima villa di Alberto Sordi situata su piazzale Numa Pompilio, di fronte alle terme di Caracalla, e dove l'attore ha vissuto fino al 24 febbraio 2003, ultimo giorno della sua vita. La casa raccoglie opere d'arte, come quadri di De Chirico, una grande cineteca,un parco rigoglioso, e tanti ricordi che hanno cadenzato la vita del grande attore. Sarà questo il luogo deputato a custodire la memoria del popolare attore. Una preziosa donazione a Roma e ai romani, contro il degrado , e contro gli avvoltoi, che dalla morte di Sordi volteggiano intorno alla sua residenza.

Intanto hanno inizio le celebrazioni ufficiali per il secondo anniversario della morte di Alberto Sordi. Una settimana ricca di eventi per celebrare il grande attore.

È stato presentato a Roma a Cinecittà Campus "Prima di essere Albertone", un documentario di 52 minuti realizzato da Gaia Capurso e Massimo Ferrari. Una testimonianza sul periodo meno conosciuto della sua carriera, prima del grande successo.Il film si inserisce in un progetto più ampio, iniziato già con Totò e Ugo Tognazzi, che prevede un ciclo di documenti sugli attori che hanno reso grande il cinema italiano. .

L'album di Alberto Sordi


 La biografia

La filmografia

Il ricordo di Turi Vasile

  Il sonetto dedicato a Sordi da Gigi Proietti